Al via su RaiTre la docu serie sui cammini educativi

Dal 2 al 13 settembre andranno in onda su  alle 20.20 le dieci puntate della docuserie Boez – Andiamo via, una sorta di appunti di viaggio che documentano il percorso fatto a piedi  lungo la via Francigena del Sud, dal Colosseo a Santa Maria di Leuca da sei giovani e adulti, come misura educativa alternativa al carcere.Cinquanta tappe per oltre 900 chilometri, un percorso faticoso sia fisicamente che emotivamente, fatto di incontri, conoscenza, riflessione, momenti in cui mettersi in gioco, cambiare, guardare con fiducia il futuro, perché trovare un’altra strada (e migliore) è possibile.

Qui un video di presentazione della docuserie, con un breve intervento della regista, Roberta Cortella.

Si tratta del primo prodotto televisivo che affronta questo tipo di tematiche, oltre che un esperimento rivoluzionario e dal forte impatto sociale tanto che il Ministero della Giustizia ne ha riconosciuto la sua funzione pubblica ed ha supportato in maniera fattiva la sua realizzazione.

Seppure i lunghi cammini educativi proposti dalla nostra associazione divergano su molti aspetti (il numero dei partecipanti: noi facciamo partire un solo ragazzo con un solo accompagnatore; l’età dei partecipanti: noi ci rivolgiamo a minorenni o giovani adulti; il paese e la durata: noi proponiamo percorsi all’estero, per enfatizzare l’effetto spaesamento e facciamo camminare tendenzialmente per tre mesi….)  due caratteristiche essenziali ci accomunano:
* la consapevolezza che, per creare una società migliore, bisogna offrire a chi ha commesso reati la possibilità di riscattarsi, di cambiare e di diventare un membro a pieno titolo della società. E’ sostanzialmente l’impegno a rendere concreto l’art. 27 della nostra Costituzione, secondo cui le pene devono tendere alla rieducazione del condannato; con questo spirito la legge italiana prevede delle misure alternative alla detenzione, misure che molti studi rivelano essere più efficaci nel ridurre drasticamente la recidiva e, alla lunga, anche molto più economiche;
* la convinzione della capacità trasformativa del lungo cammino (su questo tema, nel nostro sito e in quello del progetto europeo Between Ages sono disponibili molti documenti).

Non possiamo che rallegrarci che la Rai contribuisca ad aprire un dibattito su questi temi importanti che ci stanno a cuore!

D’altronde l’anima di questa docuserie è la regista Roberta Cortella, che conosce molto bene i lunghi cammini educativi, anche i nostri: ha collaborato con Alba/Oikoten (suo è il documentario La retta via, proprio sull’esperienza belga di cammino, firmato assieme a Marco Leopardi) e come noi, ha partecipato al progetto europeo Between Ages, sullo scambio di buone pratiche relative al lungo cammino come strumento educativo (per il progetto europeo ha realizzato il documentario In cammino verso il futuro sulle esperienze belghe e francesi)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.