L’incontro a Maerne (VE) e i prossimi appuntamenti

Giovedì 6 febbraio gli amici della biblioteca di Maerne ci hanno invitato a presentare il nostro libro “Camminare cambia” presso la sala in piazza IV novembre a Marne.

L’associazione amici della biblioteca ha un’attività culturale piuttosto intensa e offre ai propri soci e alla cittadinanza del comune di Martellago presentazioni di libri ogni 15 giorni, uscite nel territorio e altre occasioni di riflessione. Il 6 si è dunque raccolto un bel pubblico, attento e partecipe.Nel racconto delle nostre iniziative si sono alternati Fabrizio Preo, che ha collaborato in qualità di accompagnatore ai cammini sperimentali realizzati, e Isabella Zuliani, presidente dell’associazione.

Le domande sono state numerose, hanno centrato i nodi più importanti e ci hanno aiutato ad approfondirli. Un grazie a tutti  ipartecipanti!

Il nostro impegno nella divulgazione delle esperienze di cammino educativo prosegue in altri appuntamenti che possiamo già anticiparvi.

Il 26 marzo a Padova, presso la sala Cariparo in piazza Duomo dalle 15,30 presenteremo la ricerca commissionata al professor Luigi Gui  e alla dottoressa Marilena Sinigaglia.

La ricerca verrà presentata anche a Trieste, dove il professor Gui insegna, il 21 aprile in un laboratorio mattutino presso il dipartimento di studi umanistici.

Siamo inoltre stati invitati a partecipare per raccontare le nostre esperienze alla festa dell’associazione Dèi camminanti che si terrà a Monte Pisano (PI) dal 3 al 5 di aprilehttp://www.camminanti.it/festadeicamminanti/

Il programma è ancora in definizione ma il tema da loro scelto per l’edizione di quest’anno ci riguarda molto: Il turista cammina e può tornare a casa senza aver mutato la sua visione delle cose e la relazione che ha con il mondo. Si può camminare in modo diverso. Si può camminare con uno sguardo nuovo. Camminare ci permette di cambiare il modo di vedere, di esercitare uno sguardo rivolto all’orizzonte in una visione indiretta, obliqua e periferica. Allora, in un disvelamento, la terra ci apparirà diversa, abitata da qualcosa che va oltre la nostra conoscenza e di cui, comunque, siamo parte. Questo cambiamento si realizza quando si cammina insieme: si creano nuovi legami, si fondono i nostri orizzonti, si mutano i punti di vista, si moltiplicano le linee in fuga…

A presto quindi con i dettagli di questi prossimi 3 appuntamenti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.